Home Vetrina ordini Chi siamo Galleria Contatti

La caratteristica distintiva
delle opere di Stefano K. De
Luca è la singolare unione di
scultura e installazioni in
metallo con l'arte della
fotografia
: due mezzi
espressivi molto differenti, quasi
contrapposti, miscelati per
ottenere un risultato armonioso
ed evocativo.
L'immediatezza di uno scatto
insieme al lavoro paziente sul
metallo, un'arte moderna e
un'abilità molto antica
. Così
come accade per Yin e Yang,
ognuno possiede parte del suo
opposto: l'immediatezza della
foto dura però per sempre
,
fissata così come l'ha vista
l'occhio del fotografo e così
come la fruisce lo spettatore.
Il saldo metallo si
ammorbidisce nelle forme
,
nelle manipolazioni e muta
nel tempo
perché nell'idea
di S. K. De Luca anche il
metallo è "vivo" e deve subire
le trasformazioni dovute alle
intemperie, agli anni che passano
e che donano alla materia colori
diversi, rosso ruggine, verde
rame, come l'autunno agisce
sulle foglie.
Inoltre l'artista attribuisce
particolare rilevanza alla
"multisensorialità", senza
tralasciare un senso, l'olfatto,
spesso dimenticato, eppure così
importante: il piacere,
l'innamoramento sono anche
questione di chimica, di aromi,
di profumi...come non
innamorarsi, quindi, di un
fiore che esce dalla foto per
diventare vero...per diventare
vivo e parlante, nella lingua
propria della Natura stessa:
gli odori.
Le immagini parlano, e si
uniscono al suono
delle parole,
nel dvd Fotopoesie, a creare
un concerto di sensazioni che
mirano a risvegliare i ricordi
di emozioni
che tutti, almeno
una volta nella vita, si spera
che abbiamo provato.

Recensione di Sybilla Quanti